Connect with us

Cronaca

Doveva essere ai “domiciliari” per rapina, però se n’è andato a spasso: preso a Paternò

Indagato per due rapine: una al supermercato A&O di corso Italia e una ai danni di una donna

Pubblicato

il

I carabinieri della Compagnia di Paternò hanno arrestato il 33enne paternese Alfio Longo, poiché ritenuto responsabile di evasione.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Catania, nel luglio del 2018 era stato arrestato dagli stessi militari perché indagato di rapina aggravata in concorso (complici un minorenne e una donna), reato esplicato in due distinti episodi criminosi che videro come obiettivi il supermercato A&O di corso Italia a Paternò e una donna ultrasessantacinquenne, rapinata all’interno della propria abitazione.

Dopo un periodo trascorso nel carcere catanese di piazza Lanza, il 15 giugno scorso era stato scarcerato con l’obbligo di raggiungere, in autonomia, una comunità di Campobello di Mazara (in provincia di Trapani), luogo in cui avrebbe ripreso la custodia cautelare.

Longo, però, violando il provvedimento, ha preferito trascorrere alcuni giorni a Catania e nell’hinterland etneo, prima di essere bloccato ed ammanettato dagli uomini del Nucleo Operativo che, la scorsa notte, lo hanno riconosciuto mentre a piedi percorreva piazza della Regione a Paternò.

L’arrestato, in attesa di giudizio, è stato posto agli arresti domiciliari.

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti