Connect with us

Cronaca

In auto con pistola carica sotto il sedile, nei guai un insospettabile di Adrano

Bloccato dai carabinieri a Catania. Poi la perquisizione domiciliare, che ha permesso di trovare altre armi.

Pubblicato

il

I carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando provinciale hanno arrestato un 31enne di Adrano, poiché ritenuto responsabile di detenzione e porto di arma clandestina, nonché di detenzione illegale di munizioni.

Insospettiti per la repentina accelerazione dell’auto che guidava, una Volkswagen Golf, i militari della Squadra Motociclisti, dopo averla affiancata, hanno intimato al conducente di fermarsi. I fatti sono accaduti in piazza Eroi d’Ungheria, a Catania.  L’immediata perquisizione dell’abitacolo ha consentito di rinvenire e sequestrare una pistola semiautomatica cal. 6,35 marca Astra, con matricola abrasa e colpo in canna, nascosta sotto il sedile lato guida.

Estendendo la perquisizione nell’abitazione dell’uomo, titolare di porto d’armi per uso sportivo, i carabinieri hanno trovato e sequestrato anche 26 cartucce cal. 7,65, detenute illegalmente, rispetto ad una pistola Beretta cal.7,65, e 50 cartucce dello stesso calibro, detenute regolarmente, nonché un fucile da caccia cal.12 marca Fabarm, detenuto legalmente dal padre convivente.

Le armi e le munizioni regolarmente detenute sono state comunque preventivamente sequestrate, in attesa dell’avvio del procedimento amministrativo teso alla revoca del porto d’armi, compreso il fucile, ritirato al genitore per la presenza in casa del figlio sottoposto agli arresti domiciliari.

L’arma clandestina nei prossimi giorni sarà inviata agli esperti del Ris di Messina per essere sottoposta a degli accertamenti che potrebbero stabilirne l’eventuale utilizzo in episodi criminali.

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti