Connect with us

Cronaca

Molestie sessuali a lei, aggressione al suo fidanzato: ad Adrano arrestati tre giovani

Una coppia, presa di mira mentre percorreva a piedi via Cappuccini, si è rivolta subito alla sala operativa della polizia

Pubblicato

il

Tre giovani di Adrano, tra i 21 e i 24 anni, sono stati fermati dalla polizia perché presunti responsabili di violenza sessuale di gruppo.

I fatti hanno avuto inizio dopo una segnalazione fatta intorno alle 2.30 dello scorso 13 luglio presso la sala operativa del Commissariato di Adrano per un’aggressione in via Cappuccini. I poliziotti intervenuti sul posto hanno subito identificato una coppia di fidanzati, visibilmente scossi e impauriti, i quali, hanno raccontato che poco prima, mentre stavano rincasando a piedi, sono stati bloccati da alcuni giovani in sella a scooter, i quali rivolgevano apprezzamenti volgari a sfondo sessuale alla ragazza.

I due fidanzati hanno cercato di allungare il passo per sfuggire ai molestatori, solcando la parte centrale di una piazza e portandosi all’interno di un’area di servizio.

Il loro tentativo è risultato vano, in quanto bloccati da quegli individui, a cui se ne è aggiunto un altro, alla guida di un’auto, il quale con una scaltra manovra ha favorito l’intento dei due malfattori, bloccando definitivamente i due fidanzati.

Il fidanzato della ragazza ha reagito contro le molestie alla ragazza, ma per tutta risposta è stato aggredito e picchiato.

Ad ogni modo, il gruppetto si è allontanato definitivamente dal luogo, forse infastidito dalla reazione del fidanzato o dalla paura di una possibile segnalazione fatta da passanti.

Ancora in preda alla paura e allo sgomento, i due fidanzati hanno cercato riparo e chiamato la sala operativa del commissariato.

Le immediate indagini hanno consentito di acquisire chiari elementi di prova e di addivenire alla compiuta identificazione dei tre autori che, nella giornata di sabato 13 luglio, sono stati posti in fermo di polizia ed accompagnati presso la casa circondariale di piazza Lanza, a Catania, a disposizione della magistrature. Dopo l’interrogatorio da parte del Gip di Catania, a uno dei tre soggetti è stata applicata la misura cautelare in carcere e ai restanti due soggetti la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti