Connect with us

Cronaca

Leonardo Zappalà indagato dalla Procura di Catania per “istigazione a delinquere”.

Pubblicato

il

Nuova grana per il cantante neomelodico paternese, Leonardo Zappalà. Dopo l’esposto e la querela per diffamazione a mezzo social, presentate da sindaco, Nino Naso e “l’avviso orale” emesso dal Questore di Catania, Mario della Cioppa, per “Scarface”, arriva anche un provvedimento della Procura distrettuale di Catania che lo ha iscritto nel registro degli indagati, ipotizzando il reato di istigazione a delinquere.

Secondo le forze di polizia il video, pubblicato su youtube lo scorso giugno, «esprimeva apertamente la sua vicinanza all’ambiente malavitoso, inneggiando alla cultura mafiosa». Un video che non si trova più in rete, con lo stesso Leonardo Zappalà che ha deciso di renderlo privato. Una scelta maturata in seguito alle forti polemiche determinate dalle immagini che appaiono nel video, dove si racconta spaccio di droga, lotte con armi tra bande rivali, l’affiliazione alla criminalità organizzata, con una “punciuta” (incisione con un coltello per fare uscire del sangue dal braccio) e un santino che brucia. Nel video girato tra il vandalizzato Centro operativo misto (sede della protezione civile) e l’ingresso di una scuola, ha tra i suoi protagonisti anche ragazzi minorenni.

Zappalà era già finito all’attenzione della Procura di Catania ad inizio dello scorso giugno per le sue dichiarazioni rese sui giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, al programma ‘Realiti”, su Raidue. “Scarface” disse:”Queste persone che hanno fatto queste scelte di vita, le sanno le conseguenze. Come ci piace il dolce, ci deve piacere anche l’amaro”.

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti