Connect with us

Cronaca

Corrieri della droga con reddito di cittadinanza presi con 4 kg di cocaina

Operazione della Guardia di finanza: lo stupefacente avrebbe fruttato fino a 2 milioni di euro

Pubblicato

il

Due “corrieri” della droga (che però non disdegnavano il reddito di cittadinanza) arrestati ed oltre 4 kg di cocaina sequestrati. È il risultato di un’operazione dalla Guardia di finanza di Catania, all’uscita di San Giovanni Galermo della tangenziale.

L’attenzione dei finanzieri è stata attratta da una manovra stradale scomposta improvvisamente effettuata dal conducente del veicolo, poi immediatamente sottoposto a controllo. L’autista, un 56enne residente a Misterbianco, alla vista della pattuglia ha tentato di spostarsi sulla corsia, ma i militari lo hanno raggiunto, fino a bloccarlo.

All’atto dell’intervento, dopo le prime domande di rito poste dai finanzieri, sia il conducente che il passeggero, una donna catanese 53enne, palesemente nervosi, hanno provato a celare quanto poi rinvenuto in una busta custodita dalla passeggera dinnanzi al sedile.  

La successiva perquisizione dell’autoveicolo noleggiato, infatti, ha consentito di rinvenire quattro panetti di cocaina purissima del peso complessivo di oltre 4 kg. Lo stupefacente, custodito con nastro adesivo da imballaggio e cellophane, diretto a rifornire il mercato catanese, avrebbe potuto fruttare al dettaglio fino a 2 milioni di euro.

Informata la Procura della Repubblica di Catania, i due soggetti sono stati arrestati per l’illecita detenzione di stupefacenti e condotti presso il carcere di piazza Lanza.

Da preliminari accertamenti economico-finanziari, i due arrestati risultano percepire il reddito di cittadinanza: adesso la fruizione sarà revocata.

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti