Connect with us

In Primo Piano

Circumetnea, in arrivo 17 milioni per i treni della FCE: lo afferma il pentastellato Saitta

Si tratta di una somma finalizzata alla messa in sicurezza della ferrovia, l’unica della Sicilia non interconnessa alla rete nazionale

Pubblicato

il

<<In arrivo 17 milioni per sviluppo tecnologico e messa in sicurezza della Ferrovia>>. Ad annunciarlo il deputato nazionale del Movimento Cinque Stelle Eugenio Saitta, il quale, assieme ai colleghi Paolo Ficara, componente della Commissione Trasporti della Camera, e Cristiano Anastasi, hanno parlato dell’arrivo di un cospicuo finanziamento per la mobilità etnea. <<Sono 17 i milioni di euro messi a disposizione dal governo per le ferrovie non interconnesse alla rete nazionale della Sicilia – spiegano i deputati -. Si tratta di somme previste nella legge di bilancio dello scorso anno, adesso ripartite con provvedimento del Ministero delle Infrastrutture. In Sicilia, l’unica rete non interconnessa è la Circumetnea, peraltro una delle poche note positive nel trasporto ferroviario del Sud Italia.>>

I  17 milioni permetteranno,hanno evidenziato i deputati pentastellati,interventi di messa in sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria con nuovi sistemi tecnologici e di protezione della marcia del treno, attraverso una programmazione che dal 2020 guarda fino al 2033. Sono oltre 523 i milioni stanziati con il decreto di riparto. Di questi, 162 sono destinati alle ferrovie non interconnesse del Mezzogiorno. “Continuiamo sulla strada della sicurezza mettendo al centro delle nostre politiche chi tutti i giorni decide di utilizzare il treno come mezzo di trasporto”, concludono i portavoce M5S.

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti