Connect with us

Cronaca

Randazzo, omicidio-suicidio: a sparare un 84enne, vittima la moglie 81enne

L’uomo, da quanto appurato dai carabinieri, avrebbe assassinato dapprima la moglie, forse malata da tempo, per poi uccidersi

Pubblicato

il

Omicidio-suicidio a Randazzo dove i corpi di una coppia di anziani sono stati ritrovati, senza vita, all’interno della camera da letto della loro abitazione, ubicata in via Raffaello, strada periferica della città randazzese. L’increscioso episodio di violenza, che ha gettato nello sgomento la cittadina etnea, ha di fatto colto di sorpresa l’intera comunità dove vivevano i coniugi . Si tratta di un uomo di 84 anni, A.M., e la moglie R.D.A. di 81 anni.

Ad indagare sul fatto i carabinieri della compagnia di Randazzo, i quali hanno avviato le indagini non appena è scattata la segnalazione fatta dai parenti della coppia alla centrale operativa delle forze dell’ordine: i congiunti delle vittime non avendo notizie della coppia per diverse ore, si sono recati a casa di quest’ultima, facendo la macabra scoperta. I militari dell’Arma  non escluderebbero, al momento, nessuna altra ipotesi.

Da una prima ricostruzione fatta dai carabinieri la donna, forse gravemente malata, sarebbe stata uccisa dal marito con un fucile calibro 12 regolarmente detenuto. Scattato l’allarme sul posto si è diretto il personale medico del 118 che non ha potuto fare altro che appurare la morte della coppia, nonche  uomini del reparto scientifico dei carabinieri.  Non sono ancora del tutto chiare le motivazioni che avrebbero spinto l’uomo a compiere il gesto. In corso le indagini per accertare l’eventuale presenza di lettere o messaggi. Le salme della coppia sono state trasportate all’obitorio del Policlinico di Catania dove nelle prossime ore saranno effettuate le relative autopsie, subito dopo che il magistrato di turno avrà data incarico al coroner.   

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti