Connect with us

Cronaca

Belpasso, ignoti razziano la sede scout di Contrada Rinazzi sulla SP 92: ingenti danni

I ladri hanno distrutto i servizi igienici per portare via la rubinetteria, rubati diversi infissi interni e un fornellone nuovo portatile

Pubblicato

il

BELPASSO. Ennesimo atto vandalico e furto, il quarto in Sicilia nel giro di pochi mesi,  ai danni di una struttura utilizzata dagli scout siciliani. Dopo gli episodi di Marsala (Trapani), Mineo e Ramacca (Catania), stavolta i balordi si sono concentrati contro la sede scout del gruppo <Agesci Belpasso II>, sita in contrada Rinazzi, lungo la SP 92,la strada che porta all’Etna,  non distante da Piano Bottara.  A presentare la denuncia alle forze dell’ordine padre Angelo Lello, parroco della Chiesa Santa Maria della Guardia in Borrello. Probabilmente si tratta di un furto con l’obiettivo di rubare del materiale ferroso per poi rivenderlo.

Uno o più soggetti sono entrati dentro l’immobile, probabilmente dopo aver praticato un buco nel muro. Una volta all’interno i ladri  hanno distrutto i servizi igienici per portare via la rubinetteria, rubati diversi infissi interni e un fornellone nuovo portatile; trafugata inoltra altra utensileria. A quanto  sembra non sono cavi rubati i cavi in rame dell’impianto elettrico; i danni ammonterebbero a circa 5 mila euro. La struttura è utilizzata la domenica, non solo dagli scout, altri gruppi della Chiesa per svolgere diverse attività. A fare il capo scout Domenico Rapisarda : <<La nostra legge scout – dice Rapisarda – ci insegna ad affrontare la vita. Abbiamo imparato a sorridere e cantare anche nelle difficoltà’. Le nostre attività’ on si fermeranno. Siamo solidali con gli altri gruppi che hanno subito episodi simili ma chiediamo rispetto per cio’ che ci appartiene e che con grande spirito di volontariato noi ci impegniamo a custodire. Quella sede -ha proseguito Rapisarda- e’ logisticamente importante perche’ per noi e’ una base di partenza per campi e pernottamenti. Serve anche ad ospitare diversi gruppi di scout e di altre associazioni che da li’ partono alla scoperta della nostra Montagna>>”.

Rammarico per l’accaduto è stato espresso dal sindaco Daniele Motta: <<Condanniamo il vile gesto anche solo se fosse stato fatto al solo scopo di rubare il materiale in ferro presente all’interno. Insieme alla mia squadra amministrativa esprimiamo la vicinanza  e gratitudine al Gruppo Agesci Belpasso  II.>> Sulla vicenda sono intervenuti anche i deputati regionali Luca Sammartino (<<ennesimo vile attacco ad una sede scout. Faccio appello alle istituzioni per fare quadrato perché questa situazione è inaccettabile>>)  e Giuseppe Zitelli (<< gesto vile e ignobile che condanno con forza. Il bene comune merita rispetto, a maggior ragione, quando appartiene a gruppi di volontariato che, grazie al loro impegno, sono un concreto supporto per i territori>>).

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti