Connect with us

Cronaca

Paternò, controllo straordinario del territorio da parte dei carabinieri

I controlli hanno portato alla denuncia di 6 soggetti, elevate sanzioni per oltre 29 mila euro, decurtati 82 punti dalle patenti di guida

Pubblicato

il

Controllo straordinario del territorio da parte dei carabinieri della compagnia di Paternò, i quali, al fine di contrastare i reati legati alla guida sotto effetto di alcool e droga, hanno effettuato una serie di posti di blocco nei comuni sotto la giurisdizione della compagnia carabinieri paternese. In particolare i carabinieri hanno denunciato un pregiudicato di Adrano di 42 anni per furto aggravato: secondo gli investigatori il 42enne avrebbe rubato della merce dagli scaffali del supermercato LIDL di Corso Italia a Paternò. Denunciato un pensionato paternese di 72  anni per furto aggravato. L’uomo è stato sorpreso all’interno di un fondo agricolo privato di contrada San Marco  mentre rubava degli agrumi.

Denunciato un 18enne di Paternò per guida sotto l’effetto di alcool e stupefacenti. Il giovane è stato fermato in via Giovanni Verga, mentre a bordo di una Fiat panda stava transitando lungo l’arteria stradale cittadina. Il giovane ha avuto un incidente  stradale autonomo. Sottoposto ai controlli di rito sarebbe risultato positivo all’alcool test e drug-test. Infine denunciata  tre persone di Biancavilla,  rispettivamente di 28, 33 e 44 anni per falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico. A seguito di incidente stradale i tre soggetti avrebbero fornito ai carabinieri false generalità del conducente del veicolo coinvolto nell’incidente, in quanto sprovvisto  di patente di guida.

Nel medesimo contesto operativo sono state  contestate 53  sanzioni amministrative per violazione al codice della strada, elevando verbali per complessivi 29.311 euro; sottoposti  a sequestro e fermo amministrativo 16 veicoli;  ritirati 4 documenti di guida e circolazione: decurtato complessivamente 82 punti alle patenti di guida; identificate  97 persone e controllati 58 veicoli.

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti