Connect with us

In Primo Piano

A Bronte è stato presentato il comitato “Tu.Etna”, per favorire lo sviluppo turistico

Il progetto vede insieme un gruppo di imprenditori da Santa Maria di Licodia a Randazzo. Primo obiettivo: creare rete con le Istituzioni.

Pubblicato

il

Programmare il turismo sull’Etna, valorizzare il vulcano attivo più alto d’Europa, anche dal punto di vista turistico. Con questo scopo alcuni imprenditori, nell’area compresa tra i Comuni di Santa Maria di Licodia e Randazzo, hanno deciso di mettersi insieme e di dar vita ad un comitato; si chiama “Tu.Etna”.

“Tu” sta per turismo, che alcuni imprenditori vogliono sviluppare sul territorio. La prima loro richiesta è rivolta alla Ferrovia Circumetnea, alla quale chiedono che la littorina possa rimanere attiva non solo nei giorni feriali, ma anche la domenica, pubblicizzando eventi e con personale che parli in inglese.

Gli imprenditori nel presentare la nuova iniziativa, hanno messo in evidenzia quali sono i punti critici del sistema: oltre alla mancanza di una rete di trasporti pubblici attiva nei giorni festivi; vi è anche la mancanza di una programmazione chiara e organizzata che possa mettere insieme imprenditori e Istituzioni locali e regionale, mentre di fatto si continua ad agire senza una cabina di comando, ottenendo risultati assolutamente esigui. Altro problema, la presenza di rifiuti sia sulle strade che in pieno parco dell’Etna.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Belpasso, incidente stradale: Alfa 147 finisce fuori strada, feriti i due occupanti

Marito e moglie, a bordo dell’auto incidentata, sono stati condotti negli ospedali del catanese: non gravi le loro condizioni

Pubblicato

il

Avrebbe potuto avere conseguenze più drammatiche l’incidente stradale che nel pomeriggio di oggi, poco prima delle 17.30, si è registrato sulla statale 121, in direzione Paternò subito il centro commerciale <Etnapolis>, a pochi metri dal cavalcavia <Graci>. Per cause in corso di accertamento due autovetture si sono scontrate.

Si tratta di una Seat Leon, con a bordo una coppia di Adrano e una Alfa 147, la quale è uscita fuori strada, finendo cappottata con le ruote in aria, nel terreno che costeggia la statale. All’interno dell’auto marito e moglie, rispettivamente di 29 e 28 anni di Biancavilla. A soccorrere, per primi, la coppia dell’auto finita fuori dalla sede stradale, alcuni automobilisti in transito che hanno aiutato le due persone ad uscire dall’abitacolo. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco del comando provinciale, due ambulanze del 118 e i carabinieri della compagnia di Paternò che hanno effettuato i rilievi del caso e disciplinato anche il traffico sulla SS 121.

A scopo  precauzionale è stato fatto giungere sulla statale anche l’elisoccorso: rientrato però successivamente alla base. I due feriti sono stati condotti dapprima all’ospedale Santissimo Salvatore di Paternò; successivamente trasferiti nei nosocomi del capoluogo etneo. L’uomo al Garibaldi “Centro”, mentre la ragazza al Cannizzaro. Le loro condizioni non sarebbero gravi. Ferite lievi, invece, per gli occupanti della Seat i quali, con propri mezzi, si sono recati in uno degli ospedali della zona. Il traffico veicolare è andato a rilento per ore. Una lunga fila di macchine si è creata in entrambe le direzioni di marcia: da una parte(quella verso Paternò) a causa dell’incidente; dall’altra( direzione Catania) si è proseguito a passo d’uomo a seguito della curiosità mostrata dagli automobilisti che hanno rallentato, o addirittura arrestato la propria marcia, solo per guardare ciò che fosse successo sull’altra corsia.

Continua a leggere

In Primo Piano

Calcio, mezzo passo falso del Paternò in casa: il Real Siracusa blocca la capolista

In Eccellenza,giornata negativa per i rossoazzurri : la seconda in classifica si avvicina e perde per un grave infortunio Cocuzza

Pubblicato

il

Mezzo passo falso del Paternò di mister Gaetano Catalano, il quale, allo stadio <Falcone -Borsellino>, è stato bloccato sullo 0-0 dal Real Siracusa. E’ stata una partita a senso unico, con i padroni di casa che hanno attaccato per quasi l’intera partita: male nel primo tempo con il Real Siracusa che ha chiuso tutti i varchi della propria difesa;  con maggiore intensità, invece, nella ripresa, ma senza gonfiare la rete avversaria. Gli errori degli avanti rossazzurri e la giornata di grazia del portiere aretuseo, hanno consentito agli ospiti di tornare a casa con un punto, mentre il Paternò ha ridotto il proprio vantaggio sulla seconda in classifica: il Città di Sant’Agata si trova adesso a -4 dai rossazzurri etnei.

La cronaca. Nel primo tempo da segnalare il palo di Bontempo a Scordino battuto e il colpo di testa da buona posizione di Carioto, finito alto di poco sulla traversa. Nella ripresa assalto all’arma bianca del Paternò che ha stretto d’assedio la porta del Real Siracusa, rimasta in 10 uomini per l’espulsione per doppia ammonizioni di Ulma, buttato fuori dall’arbitro, dopo pochi minuti dell’inizio del secondo tempo. Un tiro di Cocuzza è deviato in corner dall’estremo difensore ospite. Sempre Cocuzza ha messo i brividi a Scordino su punizione. La sfera finisce di poco a lato. Successivamente è la volta di Cortese a farsi pericoloso: dapprima, a due passi da portiere siracusano, non ha impattato con la sfera; poi con colpo di testa deviato da Scordino. Ed ancora due miracoli del portiere ospite: dapprima su Raimondi e poi su Cortese. Sul finale di gara grave infortunio per il bomber Cocuzza uscito in barella: si teme un infortunio serio al ginocchio destro.

TABELLINO

Paternò 0

Real Siracusa 0

Paternò: Ferla, Coniglione, Santapaola, Privitera, Raimondi, Bontempo, Passewe, Truglio (13’st Baglione), Carioto, La Piana (6’ st Cocuzza- 42’ st Godino), Daniele Scapellato (2’st Cortese). A disposizione: Cantarero, Cavallaro, Rosalia, Aureliano, Marino. All.: Gaetano Catalano

Real Siracusa:  Scordino, Nana, Midolo, Falla, Ulma, Saraceno, Iacono (30’ st Porchia), Sillah, Frittitta, Ruiz (38’st Provenzano), Melluzzo (13’st Greco). A disposizione: Jamal, Di Domenico, Mazzone, Busà, Novello, Fucile. All.: Angelo Galfano.

Arbitro: Mattace Raso di Messina  

Note: Espulso al 8’st  Ulma per somme d’ammonizioni. Ammoniti Coniglione, Nana, Iacono. Angoli 10 a 0 per il Paternò.

Continua a leggere
Advertisement

Trending

Etna News 24 è realizzato da Nero su Bianco Edizioni
Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Catania