Connect with us

Eventi

La Fanfara dei Bersaglieri dell’Etna trionfa al Musikparade in Germania

Il grande successo e l’entusiasmo coinvolgente del gruppo hanno determinato la riconferma all’evento musicale per il 2021.

Pubblicato

il

Grande successo in Germania per la Fanfara dei Bersaglieri dell’Etna, gruppo che ha partecipato, in rappresentanza dell’Italia, al Musikparade, evento internazionale per bande e fanfare.

Le Fiamme Cremisi della sezione di Belpasso hanno infuocato, con l’ardore e la passionalità che li caratterizza, le arene tedesche, riuscendo a coinvolgere ed emozionare il pubblico, oltre che con i loro squilli di trombe, con le loro apprezzate esibizioni bersaglieresche, portando soprattutto la simpatia, il calore e il colore della Sicilia.

I Bersaglieri, appena rientrati, hanno evidenziato che «tornano a casa arricchiti professionalmente e culturalmente dall’incontro con gli altri gruppi europei e dalla straordinaria esperienza all’estero. Un grazie – continua i rappresentanti del gruppo – va al deputato regionale di “Diventerà Bellissima“ Giuseppe Zitelli al supporto fornito dalla Regione Siciliana, alla sensibilità dimostrata dal presidente della Regione, Nello Musumeci e dal presidente dell’Ars, Gianfranco Micciché, che insieme al Sindaco del Comune di Belpasso,  Daniele Motta hanno reso possibile la nostra missione in Germania.»

L’entusiasmo in Germania è stato tale che gli “Ottoni piumati siciliani” sono stati riconfermati dall’organizzazione tedesca anche per l’anno prossimo.

La partecipazione del Corpo dei Bersaglieri al Festival tedesco, come ha sottolineato il Capo Fanfara, Salvatore Tumello, «nasce da sette anni di duro lavoro e impegno e da una costante partecipazione a vari eventi locali e nazionali, compresi i raduni Nazionali Regionali e Provinciali, che ha consentito di acquisire esperienza e ulteriore professionalità. Questa partecipazione la dedichiamo alla memoria dell’amico Alex Bertocchi, scomparso il 16 Dicembre del 2018.»

Chiesa

Nel vivo il triduo pasquale, a Paternò raccontata la Passione e morte di Gesù

In un percorso scenico, di musica e ombre, nella Cappella del SS.Crocifisso una rappresentazione tutta da vivere

Pubblicato

il

I riti della settimana Santa entrano nel vivo. A Paternò, a causa della pandemia stop alle processioni, le diverse Parrocchie hanno, però, predisposto le funzioni per ripercorrere la passione, morte e resurrezione di Gesù Cristo.

Tra gli eventi, la Cappella di Maria SS.Annunziata o del SS. Crocifisso, in via S.Caterina, nel cuore storico della città, ha organizzato una tre giorni, da giovedì Santo fino a domenica prossima. All’interno dei locali verranno riproposti i momenti più importanti della passione e morte di Gesù, attraverso una ricostruzione scenico-plastica e religiosa; sarà inoltre possibile ammirare il nuovo simulacro della “Mater dolorosa” in stile spagnolo (vedi il video).  Questi gli orari: giovedì, dalle ore 18.30 alle 21.30; venerdì, dalle ore 8 alle 12 e dalle 18.30 alle 21; infine domenica dalle ore 9.30 alle 12.30. La passione e morte di Cristo, un evento che per gli uomini del secondo millennio, alla luce della pandemia, assume nuovo significato.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti