Connect with us

Eventi

Tanti arcobaleni colorati con su scritto “Andrà tutto bene” invadono i paesi etnei

La risposta dei bambini all’emergenza sanitaria mondiale del Coronavirus

Pubblicato

il

A volte le parole non bastano e allora ci vogliono i bimbi, i colori e le emozioni.

Così si moltiplicano gli arcobaleni nelle città in questi giorni di emergenza per il Coronavirus.

Un’iniziativa che da alcuni giorni sta girando sui social e i gruppi Whatsapp delle famiglie: disegnare un arcobaleno con la scritta “Andrà tutto bene” da appendere al proprio balcone e finestra. I primi hanno iniziato a spuntare anche in giro per i paesi etnei.

Un modo per occupare i bambini, obbligati a restare a casa. In tanti con colori e pennelli alla mano hanno disegnato su un cartellone o su un lenzuolo un grande arcobaleno, aggiungendo il messaggio di speranza che in questi giorni si sta diffondendo ovunque anche con l’hashtag #andràtuttobene.  I grandi arcobaleni delle famiglie appesi a balconi e finestre, rappresentano un momento creativo di speranza e di unione, anche a distanza.

Chiesa

Nel vivo il triduo pasquale, a Paternò raccontata la Passione e morte di Gesù

In un percorso scenico, di musica e ombre, nella Cappella del SS.Crocifisso una rappresentazione tutta da vivere

Pubblicato

il

I riti della settimana Santa entrano nel vivo. A Paternò, a causa della pandemia stop alle processioni, le diverse Parrocchie hanno, però, predisposto le funzioni per ripercorrere la passione, morte e resurrezione di Gesù Cristo.

Tra gli eventi, la Cappella di Maria SS.Annunziata o del SS. Crocifisso, in via S.Caterina, nel cuore storico della città, ha organizzato una tre giorni, da giovedì Santo fino a domenica prossima. All’interno dei locali verranno riproposti i momenti più importanti della passione e morte di Gesù, attraverso una ricostruzione scenico-plastica e religiosa; sarà inoltre possibile ammirare il nuovo simulacro della “Mater dolorosa” in stile spagnolo (vedi il video).  Questi gli orari: giovedì, dalle ore 18.30 alle 21.30; venerdì, dalle ore 8 alle 12 e dalle 18.30 alle 21; infine domenica dalle ore 9.30 alle 12.30. La passione e morte di Cristo, un evento che per gli uomini del secondo millennio, alla luce della pandemia, assume nuovo significato.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti