Connect with us

Cronaca

Emergenza coronavirus, 282 persone contagiate in Sicilia: 131 solo a Catania

Sono stati 3294 i soggetti sottoposti al controllo dall’inizio dell’emergenza: situazione critica nel capoluogo etneo

Pubblicato

il

Cresce di ora in ora il numero dei contagiati in Sicilia. Alle 12 di oggi il governo siciliano ha comunicato che 282 persone sono risultate positive al test a cui sono state sottoposte. Complessivamente dall’inizio dei controlli, i tamponi validati dai laboratori regionali di riferimento sono stati 3.294 di cui 282 (45 in più rispetto a ieri) sono stati trasmessi all’Istituto superiore di sanità. Risultano ricoverati 129 pazienti (23 a Palermo; 58 a Catania; 13 a Messina; 2 ad Agrigento; 4 a Caltanissetta; 6 a Enna; 3 a Ragusa; 12 a Siracusa e 8 a Trapani) di cui 29 in terapia intensiva, mentre 138 sono in isolamento domiciliare, dodici sono guariti  e tre deceduti.  Per ulteriori approfondimenti visitare il sito dedicato www.siciliacoronavirus.it o chiamare il numero verde 800.45.87.87.

Intanto a Biancavilla è intervenuto il primo cittadino Antonio Bonanno il quale prova a tranquillizzare i cittadini dopo la diffusione della notizia di un primo caso di coronavirus. Si tratta di una donna di mezza età, la quale, dopo gli accertamenti del caso, si trova a casa in isolamento domestico.  “Sapevamo che poteva accadere –scrive Antonio Bonanno su suo profilo”Facebook”- il fatto che si sia registrato un caso di Covid-19 a Biancavilla, forse farà comprendere a chi ancora non si attiene alle regole che questo non è affatto un gioco. Non c’è da creare alcun allarmismo o  alcuna discriminazione- ha proseguito Bonanno- la situazione è monitorata dal personale medico competente con l’Asp che ha regolarmente attivato tutte le procedure.  Ma la preoccupazione non è su questo caso accertato. E’ semmai, e lo continuo a dire da giorni, legata a quei soggetti asintomatici che – senza accusare alcun sintomo – possono far proliferare il contagio. Per questo insisto nel dirvi di NON USCIRE DI CASA SE NON PER NECESSITA’ e mantenere la distanza interpersonale di almeno  un metro. I posti di blocco ed i controlli proseguono e saranno costanti”.

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti