Connect with us

In Primo Piano

Paterno’, sindaco Naso firma ordinanza che predispone chiusura anticipata negozi

La disposizione del primo cittadino paternese, in vigore da oggi, impone agli esercizi commerciali di chiudere alle ore 14

Pubblicato

il

E’ in merito all’emergenza coronavirus il sindaco di Paternò Nino Naso ha firmato una nuova ordinanza che resta in vigore sino alla conclusione dello stato di emergenza da Covid-19 e che disciplina, a partire da oggi, l’attività lavorativa degli esercizi commerciali, disponendo per quest’ultimi la chiusura anticipata alle ore 14.00 da lunedì a sabato. L’ordinanza è indirizzata  alle attività commerciali al dettaglio attualmente autorizzate, fatta eccezione per vendita di generi alimentari, Farmacie (Farmacie di turno aperte anche la Domenica), Edicole, Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati, Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica (Parafarmacia), Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati, Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici (solo per la vendita di alimenti per animali), Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico per riscaldamento, Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, televisione, corrispondenza, radio, telefono, Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici, Commercio di parti e accessori di autoveicoli e motocicli.

Ordinanza valida Anche per i Servizi alla Persona essenziali e attualmente autorizzati, fatta eccezione per i Servizi di pompe funebri e attività connesse. Resta ferma la chiusura domenicale di tutte le Attività commerciali e di Servizi alla persona, compresa la consegna a domicilio, fatta eccezione per le farmacie di turno e le edicole.

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti