Connect with us

Cronaca

Coronavirus, in Sicilia 44 contagi in più rispetto a ieri: 25 mila i tamponi eseguiti

A Catania si registrano 551 casi positivi, 11 in più rispetto a 24 ore prima: di questi 155 in terapia intensiva, 28 guariti e 51 i decessi

Pubblicato

il

In Sicilia sono ancora contagiate 1.859 persone (+44), 113 sono guarite e 125 decedute più 2 rispetto a ieri. Degli attuali 1.859 positivi, 635 pazienti sono ricoverati negli ospedali  di cui 73 in terapia intensiva, mentre 1.224 sono in isolamento domiciliare. Un trend in calo in tutta l’isola. A Catania si registrano 551 casi positivi,  +11 rispetto a 24 ore prima.  Di questi 155 sono ricoverati in terapia intensiva, 28 sono i soggetti guariti mentre il numeri dei decessi passa dai 49 di ieri ai 51 di oggi. A Belpasso si è registrato una sedicesima persona contagiata: allo stato attuale ci sono 13 persone positive, mentre 3 sono decedute nelle scorse ore. A Mascalucia c’è  stato un solo caso in più rispetto a prima: attualmente i casi ufficiali sono 23, oltre ad un caso guarito ed a 4 decessi delle scorse settimane.

Buone notizie sono arrivate dal nosocomio Garibaldi- Nesima. Con i 6 pazienti dimessi nelle ultime 24 ore,  di cui 3 completamente negativizzati, sono diventati 23 i soggetti  che hanno lasciato, dall’inizio della pandemia, l’unità operativa di Malattie Infettive dell’ospedale etneo. Da premettere inoltre che nella mattinata di oggi è stato estubato il decimo paziente dall’inizio della pandemia. Infine in meno di 24 ore sono già quattro i pazienti che hanno lasciato la Rianimazione. Invece dall’ospedale Cannizzaro sono state dimesse altre 4 persone n particolare, tre persone ricoverate in Malattie Infettive, clinicamente stabilizzate e negative al primo tampone, sono state trasferite dallo speciale mezzo della Croce Rossa Italiana all’Hotel Ibis Styles di Acireale convenzionato con l’Asp, in attesa di effettuare un secondo tampone che ne possa attestare la guarigione. Un’altra paziente è stata dimessa e, essendo nelle condizioni di potere osservare l’isolamento domiciliare, ha fatto rientro a casa.

Nel resto d’Italia si registrano dati positivi. Complessivamente 135.586 persone sono risultate positive al coronavirus finora. Attualmente sono 94.067 le persone positive, con un incremento di 880 rispetto a ieri quando l’aumento era stato di 1.941 unità. Sono 24.392 le persone guarite, con un aumento di 1.555 unità rispetto a ieri. I deceduti sono 17.127, 604 in più rispetto al dato complessivo alla data di ieri, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. I ricoverati con sintomi sono 28.718, in terapia intensiva 3.792, in isolamento domiciliare 61.557. I tamponi effettuati in totale sono 755.445.

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti