Connect with us

News

Paternò, cede un balcone e cadono nel vuoto un bimbo, la mamma e la zia

A preoccupare le condizioni della giovane mamma, trasportata d’urgenza in elisoccorso al Cannizzaro di Catania

Pubblicato

il

Erano affacciati sul balcone di casa intorno alle 14,30, quando a un tratto il pavimento ha ceduto e sono caduti nel vuoto. Il pauroso crollo ha coinvolto una donna di 25 anni, il suo bambino di appena 5 anni che teneva in braccio e la zia 27enne.  Hanno fatto un volo di quattro metri dal primo piano dell’abitazione che si trova in via San Michele. Un edificio antico del centro storico con il balcone in cemento che  è crollato forse sotto gli effetti degli anni. Una scena di terrore per gli abitanti del quartiere. A preoccupare di più le condizioni della mamma, trasportata in elisoccorso al Cannizzaro di Catania. Il  bambino è ricoverato al Garibaldi Nesima di Catania. . Madre e figlio non sono in pericolo di vita. Giudicate meno gravi le ferite riportate dalla zia, che ha ricevuto le cure al pronto soccorso di Paternò. Sono intervenuti i vigili del fuoco per valutare lo stato dell’edificio e la messa in sicurezza e i carabinieri per accertare la dinamica dell’incidente.

In Primo Piano

Donazione organi e tessuti, la commissione sanità dell’Ars dice si al Ddl Zitelli

La norma intende promuovere il consenso alla donazione degli organi e tessuti. Ora si attende l’approdo della proposta all’ARS.

Pubblicato

il

Via libera dalla Commissione Sanità dell’Ars al ddl che ha l’obiettivo di incentivare il consenso dei siciliani alla donazione di organi e tessuti per trapianti. Il primo firmatario Giuseppe Zitelli, deputato regionale di DiventeràBellissima, sottolinea: «In base a questa nuova norma tutti i Comuni della nostra regione dovranno avere un operatore dell’Ufficio anagrafe appositamente formato che inviti i cittadini a manifestare il proprio consenso o diniego alla donazione di organi e tessuti all’atto del rinnovo/rilascio del nuovo documento d’identità elettronico. Tramite gli stessi corsi di formazione agli operatori comunali verranno illustrate pure le procedure relative all’utilizzo dei sistemi operativi per la trasmissione dei dati al Sistema Informativo Trapianti».

Inoltre, la Regione erogherà contributi pari al 50 per cento della spesa sostenuta dai Comuni per eventuali campagne pubblicitarie che informino i cittadini sulla dichiarazione di volontà relativa alla donazione di organi e tessuti per trapianti. Infine, un milione di euro è stanziato per garantire incentivi delle prestazioni mediche di rianimazione nel settore della donazione degli organi.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti