Connect with us

Cronaca

Covid-19, Musumeci firma l’ordinanza che disciplina sull’Isola la “Fase2”

Il provvedimento prevede la riapertura di attività commerciali e produttive: permane l’obbligo di guanti e mascherine nei luoghi pubblici

Pubblicato

il

Riaperture da subito, ossia da domani, altre il 25 maggio e altre ancora il 3 e l’8 giugno.  Questo, in sintesi, prevede l’ordinanza firmata stasera dal governatore Nello Musumeci e che entrerà in vigore da domani 18 maggio. In particolare  riapriranno le attività commerciali nei settori della ristorazione; attività turistiche; strutture ricettive; servizi alla persona (parrucchieri ed estetisti); commercio al dettaglio; commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati, fiere e mercatini degli hobbisti); uffici aperti al pubblico; piscine; palestre; manutenzione del verde; musei, parchi archeologici, archivi storici e biblioteche. Le palestre riapriranno già da domani, mentre le piscine una settimana, dopo il  25 maggio.

Resteranno chiuse la domenica e nei giorni festivi la maggior parte delle attività commerciali, le quali avranno la possibilità, nel corso della settimana, di prolungare l’orario di apertura fino alle 23.30.  Resteranno aperte nei festivi e nelle domeniche  farmacie,edicole, bar, ristoranti e fiorai.  “È autorizzato nelle superiori giornate anche il servizio di consegna a domicilio di generi alimentari e di prima necessità- si legge nell’ordinanza- sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, nonché dei combustibili per uso domestico e per riscaldamento. Rimangono chiusi nei giorni domenicali e festivi i centri commerciali e i outlet, fatta eccezione per l’esercizio delle attività commerciali per lo svolgimento del servizio a domicilio”. Inoltre sussiste l’obbligo di indossare mascherine e guanti nei luoghi pubblici.

Sul fronte sanitario in Sicilia il Covid-19 non fa più paura:cala il numero dei contagi, sale quello delle persone guarite. Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 15 di oggi, così come comunicato dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale.  Dall’inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 117.426 (+2.463 rispetto a ieri), su 105.074 persone: di queste sono risultate positive 3.388 (+6 rispetto ai dati di 24 ore prima), mentre attualmente sono ancora contagiate 1.555 (-104), 1.566 sono guarite (+108) e 267 decedute (+2). Degli attuali 1.555 positivi, 158 pazienti (-13) sono ricoverati nei vari ospedali siciliani, di cui 13 in terapia intensiva(+1),  mentre 1.397 (-91) sono in isolamento domiciliare. Nella provincia di Catania si abbassa  il numero dei casi positivi: sono attualmente 638, – 47 rispetto a ieri. Sono scesi a 50 i ricoveri nei vari ospedali del catanese. Boom di guariti: attualmente sono 327, (+ 46). Si registra un decesso: dai 95 di ieri si passa ai 96 di oggi.

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti