Connect with us

Cronaca

Covid, in 24 ore quasi mille nuovi casi in Sicilia: Palermo e Catania con più positivi

Nella provincia etnea, si registra a Biancavilla un calo nei contagi, migliora la situazione a S.M. Licodia, preoccupano Bronte e Adrano.

Pubblicato

il

Sono 998 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 24.958 tamponi processati, con una incidenza del 4,0%, in linea con la media nazionale. Le vittime sono state 16 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 4.746. Il numero degli attuali positivi è di 25.346 con 894 casi in più rispetto a ieri; i guariti sono 88. Negli ospedali i ricoverati sono 1.282, 40 in più rispetto alla giornata precedente, quelli nelle terapie intensive sono 157, 3 in meno rispetto a ieri. La distribuzione nelle province vede Palermo 396 nuovi casi, Catania 138, Messina 88, Siracusa 59, Trapani 40, Ragusa 29, Caltanissetta 73, Agrigento 88, Enna 87.

Nella provincia etnea sono 3239 gli attuali positivi. A Biancavilla, zona rossa fino al prossimo 14 aprile, si registra un calo dei positivi dove oggi sono 287, 54 in meno rispetto al bollettino divulgato per Pasquetta. “E’ un decremento che accolgo con cauta soddisfazione perché constato dai numeri che è aumentato il numero dei guariti- ha detto il sindaco Antonio Bonanno- Anche in questi giorni di zona rossa si sono registrati casi di positività. Aspettiamo di sapere com’è andata, sotto l’aspetto epidemiologico a Pasqua e Pasquetta”. Per sabato 10 e domenica 11 aprile l’amministrazione comunale  ha promosso un nuovo screening nella sede del Com. E’ destinato ai cittadini e alla popolazione scolastica. Si può prenotare il test rapido all’indirizzo mail emergenzacovid@comune.biancavilla.ct.it. “Non cambia il ‘modus operandi’ : si verificano i nuovi casi di positività e ogni volta che si trova un nuovo contagiato si risale al nucleo familiare per tracciare la diffusione del virus”, ha concluso Bonanno.

A Santa Maria di Licodia non più in zona rossa dalla scorsa mezzanotte si registra un rallentamento sulla curva dei contagi. Si registrano nelle ultime 24 ore 7 guariti, ma fortunatamente nessun nuovo caso covid. Quindi gli attuali positivi sono 117. A Bronte il sindaco Pino Firrarello teme una improvvisa impennata dei positivi in città. “Purtroppo abbiamo notizie poco confortanti circa l’aumento dei contagi a Bronte.Tali sembrerebbero causati dall’esposizione al virus della nostra cittadinanza durante le celebrazioni pasquali appena trascorse- ha detto Firrarello- L’assessore Prestianni ha chiesto ed ottenuto una stazione di screening, al fine di definire velocemente ed in maniera efficace il numero dei contagiati”. Test rapidi che saranno effettuati domani 8 aprile a partire dalle ore presso l’area del “Mercato Coperto” . Un servizio predisposto per i fedeli che nei giorni scorsi hanno parei capto alle celebrazioni pasquali.

Ad Adrano casi in crescita rispetto all’ultimo bollettino datato una settimana. Gli attuali positivi sono 157 di cui 8 ospedalizzati e 2 ricoverati in altra struttura. A Paternò è stabile il numero degli attuali positivi dove sono 178, lo stesso numero di ieri, mentre sono in aumento sia gli ospedalizzati, attualmente 12 (+4 rispetto a ieri), sia i soggetti in isolamento fiduciario che dai 290 di ieri sono passati ai 303 di oggi.

Cronaca

Etna, altro parossismo con la nube eruttiva che ha raggiunto circa 6.5 km di altezza

L’attività sta avvenendo da tre bocche, nella parte occidentale del cratere di sud-est

Pubblicato

il

In corso dalle ore 11 circa dal cratere di sud-est dell’Etna, l’ennesimo evento parossistico. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha avuto modo di verificare dalle telecamere di sorveglianza il passaggio da attività stromboliana, iniziata quest’ultima poco dopo le ore 10, a fontana di lava. L’attività sta avvenendo da tre bocche nella parte occidentale del cratere di sud-est.

Sulla base del modello previsionale, la nube eruttiva si disperde in direzione est-sud-est. Al momento, l’altezza della colonna eruttiva ha raggiunto circa 6.5 km a.s.l.. Poca prima che iniziasse il fontanamento di lava l’ampiezza del tremore vulcanico era su valori alti con andamento in crescita.  L’ultima localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere di sud-est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m.  Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del cratere di sud-est. Per il momento l’operatività dell’aeroporto di Fontanarossa rimane intatta.

AGGIORNAMENTO ORE 12.09

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività di fontana di lava al cratere di sud-est è cessata; continua l’emissione di cenere. Nel frattempo, la colonna eruttiva ha raggiunto un’altezza di 9-10 km, dirigendosi verso est-sud-est. Si segnala ricaduta di cenere vulcanica sul versante orientale del vulcano. Alle ore 11.20 il tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo per poi cominciare una rapida discesa. Attualmente si attesta su valori alti con andamento in ulteriore diminuzione. Durante la fontana di lava sono state registrate variazioni molto piccole solo alle stazioni sommitali della rete clinometrica. Non si osservano variazioni significative nei segnali acquisiti dalla rete GNSS.

Continua a leggere

Gli artiicoli più letti