Connect with us

Politica

Biancavilla, Antonio Bonanno riconfermato sindaco

Il netto divario tra i due candidati ha chiuso già la partita per la poltrona di sindaco. Adesso si attendono i risultati del consiglio comunale

Pubblicato

il

Gli elettori di Biancavilla hanno riconfermato Antonio Bonanno al ruolo di Sindaco della città. Secondo il trend dei voti che sin dai primi minuti sono arrivati al quartier generale di Bonanno dalle varie sezioni elettorali di Biancavilla, dove è in corso dalle 15:00 di oggi lo spoglio delle schede, è sempre apparso chiaro il netto distacco tra il candidato Andrea Ingiulla ed il sindaco uscente Antonio Bonanno.  Una maggioranza bulgara, quella emersa dalle urne, che ha sempre mantenuto le percentuali dell’80% a favore del sindaco Bonanno e del 20% per il suo sfidante. Durante queste elezioni, Antonio Bonanno di area centrodestra, era appoggiato  dalle liste Biancavilla che Lavora, Biancavilla in Azione, Biancavilla Mi Piace, Bonanno Sindaco-Fratelli d’Italia, Energie per Biancavilla, Mpa-Movimento per l’Autonomia, Noi per Biancavilla, Prima l’Italia. A sostegno di Ingiulla, invece, la lista civica “Pd-Biancavilla che Vogliamo-Ingiulla Sindaco”. Al candidato Ingiulla, il quale si sarebbe complimentato con Bonanno per il risultato ottenuto attraverso un messaggio, dovrebbe scattare il seggio personale in consiglio, occupando di diritto un posto nei banchi dell’opposizione insieme agli altri compagni di partito. Solo dopo la conclusione di tutte le operazioni di spoglio nelle 20 sezioni biancavillesi, ancora in corso, sarà possibile determinare la ripartizione dei consiglieri che andranno a costituire il nuovo civico consesso biancavillese. In tutto, sono stati 13.758 gli elettori ad essersi recati alle urne su 21.683 aventi diritto, pari al 63,58 %.

Associazionismo

Belpasso, Sindaco Caputo firma protocollo d’intesa con Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada

Pubblicato

il

“Abbiamo firmato questa mattina un Protocollo d’intesa tra Comune di Belpasso e l’Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada Aps (AIFVS Aps), rappresentata dal Consigliere nazionale AIFVS Aps Biagio Lisa, che ha come obiettivo comune lo sviluppo della prevenzione dell’incidentalità stradale”, dichiara il Sindaco di Belpasso Carlo Caputo. L’Aifvs Aps è una organizzazione che si pone l’obiettivo di fermare la strage stradale e dare giustizia ai superstiti, ma soprattutto di raggiungere – il prima possibile – Zero Vittime sulle Strade delle nostre città. Secondo i dati dell’AIFVS, ogni anno – in Italia – ci sono circa 2.000 morti e 20.000 feriti per colpa degli incidenti stradali. “Ritengo che il primo passo sia quello della responsabilizzazione delle persone alla guida, sempre di corsa e spesso distratte. Allo stesso tempo credo nell’importanza della sensibilizzazione ed educazione dei ragazzi che sempre più in “età giovane” si mettono alla guida dei mezzi. Bisogna ricordare che non basta “avere la patente” per essere un buon guidatore. In ultimo, un ringraziamento speciale voglio dedicarlo a tutti i familiari delle vittime della strada, presenti oggi in aula alla firma del protocollo”, conclude il sindaco.

Continua a leggere

Politica

S.M. di Licodia, Caruso e Gurgone replicano al vicesindaco Rizzo

Caruso e Gurgone su bilancio: «C’è una visione politica diversa. Noi abbiamo portato le nostre idee nel bilancio che non sono quelle dell’amministrazione»

Pubblicato

il

Finito il Carnevale, messe nel cassetto (forse) le polemiche su quale gruppo era maggiormente meritorio di vincere il primo premio, torna a riaccendersi il dibattito politico a Santa Maria di Licodia. A meno di una settimana dalle dichiarazioni del vicesindaco Mirella Rizzo in merito al bilancio comunale da lei definito “snaturato” (rileggi l’articolo), giungono le doppie repliche da parte del consigliere indipendente Enrico Caruso e dal capo dell’opposizione Gabriele Gurgone, appartenente quest’ultimo al gruppo “Ideale Comune”. I due consiglieri, hanno voluto chiarire e precisare che nel bilancio non c’è un disequilibrio. In merito alla questione “dipendenti comunali” e allo spettro della mancata copertura finanziaria dei loro stipendi, hanno rassicurato di “avere delle soluzioni sul tavolo tra cui l’approvazione del bilancio 2024-2026”.

Continua a leggere

Trending