Connect with us

In Primo Piano

Conto alla rovescia per DIDACTA ITALIA – Edizione Siciliana

L’evento più importante dedicato alla scuola del futuro si svolgerà dal 12 al 14 ottobre negli spazi di Sicilia Fiera Exhibition Meeting Hub a Misterbianco

Pubblicato

il

E’ già in moto la complessa macchina organizzativa per mettere su la seconda edizione dell’evento culturale più atteso dell’anno pensato per la scuola: DIDACTA ITALIA – Edizione siciliana.

L’Intelligenza Artificiale sarà al centro dell’attenzione di questa edizione con due convegni internazionali e una sala workshop con 12 eventi formativi rivolti ai docenti di ogni ordine e grado.

Previsti già in apertura di lavori, il 12 ottobre, alle 14:00, e poi alle 16:00, due convegni a cura di INDIRE per esplorare l’intersezione fra l’IA e il mondo scolastico per la formazione delle generazioni del futuro. L’Intelligenza artificiale: cos’è, come funziona e cosa dobbiamo aspettarci nei prossimi anni, con la partecipazione di ricercatori e programmatori italiani e stranieri di fama mondiale. Al vaglio le opportunità, le sfide e il potenziale trasformativo dell’IA nell’ambito dell’istruzione e della scuola italiana.

Una fiera in crescita esponenziale anche sul fronte degli espositori, raddoppiati rispetto alla prima edizione con 150 aziende italiane ed estere partecipanti (75 sono state nel 2022) che presenteranno prodotti e soluzioni di ultima generazione con la programmazione anche di eventi formativi e contenuti immersivi per integrare la didattica tradizionale con la tecnologia interattiva.

Saranno in totale 120 gli eventi formativi del programma scientifico ai quali sarà possibile partecipare fra workshop, seminari e convegni. Un programma che offre un’ampia gamma di opportunità rivolta a dirigenti, insegnanti delle scuole d’infanzia, primaria, secondaria, di primo e secondo grado, al mondo della ricerca e a quello universitario.

Da non perdere sabato 14 ottobre alle ore 9.30 la Lezione di fisica con Vincenzo Schettini (@lafisicachecipiace), fisico, musicista, docente con due milioni di follower in tutta Italia, cui seguirà la Premiazione delle eccellenze che si sono distinte in Italia e in Europa da parte dell’Assessore all’istruzione e formazione professionale della Regione Siciliana, Mimmo Turano.
In chiusura, in programma sabato 14 (a partire dalle ore 11.30) è il seminario Raccontare l’uguaglianza in classe, nel quale Paola Concia, coordinatrice del Comitato organizzatore di Didacta Italia, si confronterà con Marco Palillo dell’Università di Greenwich e Emiliana Di Blasio (Advisor Rettore Diversità e Inclusione Università Luiss – Guido Carli) sugli strumenti, metodi e best-practices internazionali a disposizione per costruire una scuola aperta alle differenze, in grado di favorire l’inclusione e il pieno sviluppo delle potenzialità di ogni studente.

Per l’iscrizione è necessario accedere alla pagina del sito di Didacta Italia (https://fieradidacta.indire.it/it/programma-didacta-sicilia/), selezionare le attività interessate, completando la procedura con l’acquisto del biglietto direttamente sul portale, utilizzando anche la Carta del docente.

Cronaca

Catania, avrebbe costretto un minore a fare il pieno alla sua auto, arrestato 24enne

L’uomo è accusato di estorsione aggravata e i fatti che li sono contestati sarebbero avvenuti la sera dello scorso 2 gennaio nei pressi di un distributore automatico di carburanti

Pubblicato

il

Estorsione aggravata è il reato contestato ad un giovane di 24 anni, arrestato dai carabinieri della compagnia di Catania Piazza Dante; l’uomo, finito ai domiciliari con dispositivo elettronico, avrebbe minacciato un minorenne costringendolo a pagare il pieno di benzina alla sua auto per quasi 100 euro. I fatti risalgono alla sera del 2 gennaio scorso a Catania e sarebbero avvenuti ad un distributore automatico di carburanti situato all’angolo tra viale Della Libertà e via Pietro Mascagni.

Secondo la Procura il 24enne giunto intorno alle 21 nella stazione di servizio a bordo di una Fiat 500X in compagnia della moglie e del figlio, si sarebbe avvicinato ad un minorenne che stava facendo rifornimento al suo ciclomotore chiedendogli del denaro per la benzina. Il ragazzo, intimorito dalla corporatura imponente dell’uomo, gli avrebbe risposto di dover andare via perché in ritardo per un appuntamento ma l’indagato lo avrebbe minacciato. Il minore  avrebbe consegnato a quest’ultimo una banconota da 5 euro; il 24enne avrebbe minacciato il ragazzo pretendendo che pagasse il pieno alla sua auto con una carta prepagata, cosa che la vittima ha fatto.

I carabinieri di Catania Piazza Dante hanno avviato le indagini dopo la denuncia da parte della vittima. Grazie alle immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza della stazione di rifornimento hanno individuato l’autovettura utilizzata dal 24enne, accertando che era stata noleggiata dalla madre dell’indagato.

 

Continua a leggere

Cronaca

S.M. di Licodia, chiuso per 7 giorni bar frequentato da soggetti con precedenti penali e giudiziari (anche per mafia)

Il provvedimento è stato emesso dal Questore di Catania su richiesta degli uomini dell’Arma di Santa Maria di Licodia

Pubblicato

il

Nell’ambito delle attività di controllo del territorio volte ad aumentare la sicurezza, reale e percepita, della cittadinanza, i Carabinieri della Stazione di Santa Maria di Licodia hanno notificato oggi un provvedimento di sospensione – di 7 giorni – per la gestione di un bar ubicato nella centralissima Via Vittorio Emanuele, poiché frequentato da pregiudicati, come più volte accertato dagli stessi militari del posto. I militari del Comando Arma di Stazione di Santa Maria di Licodia, infatti, che attraverso la loro profonda conoscenza del tessuto sociale e delinquenziale del territorio, si erano accorti di chi si ritrovasse nell’esercizio commerciale, circostanza peraltro segnalata anche dagli abitanti della Via Vittorio Emanuele, hanno così predisposto, nel corso dell’ultimo anno, molteplici verifiche al locale, soprattutto in arco serale, riscontrando appunto la presenza dei pregiudicati. In particolare nel provvedimento in argomento, emesso dal Questore di Catania su richiesta dell’Arma di Santa Maria di Licodia, è stato evidenziato come durante numerose attività di controllo poste in essere dai Carabinieri, siano stati trovati e identificati all’interno del bar e nelle sue immediate vicinanze soggetti con a carico pregresse vicende giudiziarie, relative anche a gravi reati come associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, associazione finalizzata al traffico di stupefacente, spaccio e porto abusivo di armi.

Continua a leggere

Trending