Connect with us

Politica

Raddoppio Ss284, Soddisfazione del sindaco Buttò e dell’on. Zitelli

Giovanni Buttò: “Tratto che registra il maggior numero di incidenti molti dei quali mortali”

Pubblicato

il

Continuano le note di soddisfazione e apprezzamento da parte della politica locale alla notizia di ieri sul via libera da parte della Regione Siciliana dell’ammodernamento del primo della Strada Statale 284 compreso tra i comuni di Paternò e Santa Maria di Licodia. Un progetto approvato che adesso sarà trasmesso all’attenzione del Cda dell’Anas che entro il mese di ottobre lo approverà. Poi, dovrebbe finalmente arrivare il via libera alla gara d’appalto e l’inizio dei lavori del primo stralcio di intervento.

Tra coloro che hanno mostrato compiacimento per la notizia anche il sindaco di Santa Maria di Licodia Giovanni Buttò che durante questo suo anno di sindacatura ha più volte sollecitato il raddoppio le istituzioni regionali insieme agli altri primi cittadini del comprensorio. «La notizia che a breve saranno appaltati i lavori per il raddoppio della SS 284, nel tratto che va da Paternò a Santa Maria di Licodia, mi riempie di gioia e di soddisfazione» ha detto il primo cittadino licodiese. «Il lavoro che abbiamo fatto i Sindaci del territorio è culminato con la riunione del 16 maggio scorso a Palermo in IV Commissione Consiliare, dove è stato chiesto all’Assessore Regionale alle Infrastrutture di utilizzare le somme già a disposizione da qualche anno per poter iniziare i lavori nel tratto che va da Paternò a Santa Maria di Licodia. Tratto che statistiche alla mano registra il maggior numero di incidenti purtroppo molti dei quali mortali. Questo è il primo obiettivo ma lotteremo affinché i lavori vengano completati sino ad Adrano».

«Sono estremamente soddisfatto per l’esito della conferenza dei servizi alla Regione che ha dato il via libera al raddoppio del tratto della statale 284 quello compreso tra Paternò e Adrano» ha commentato l’onorevole Giuseppe Zitelli deputato Ars in quota FdI. «Soddisfatto perché si mette in sicurezza una strada che in diversi anni, a causa di incidenti, ha provocato decine di morti e centinaia di feriti. Una strada percorsa quotidianamente da migliaia di persone. Adesso guardiamo con ottimismo alle prossime settimane quando sarà mandato in gara il primo stralcio relativo al tratto Paternò – Santa Maria di Licodia. Il progetto prevede la realizzazione di sette svincoli che collegheranno la Ss284 con strade secondarie. È prevista, inoltre, la costruzione di 14 ponti, 5 viadotti, 12 sottopassi e 4 cavalcavia.  Un grazie va al commissario straordinario Anas, l’ingegnere Raffaele Celia al governo regionale, nazionale per l’attenzione data al progetto del raddoppio. Un grazie ai sindaci del territorio, del comitato pro raddoppio ss284. Ora c’è la necessità di trovare le risorse per il completamento dell’opera con il finanziamento di ulteriori 200 milioni»

 

Associazionismo

Belpasso, Sindaco Caputo firma protocollo d’intesa con Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada

Pubblicato

il

“Abbiamo firmato questa mattina un Protocollo d’intesa tra Comune di Belpasso e l’Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada Aps (AIFVS Aps), rappresentata dal Consigliere nazionale AIFVS Aps Biagio Lisa, che ha come obiettivo comune lo sviluppo della prevenzione dell’incidentalità stradale”, dichiara il Sindaco di Belpasso Carlo Caputo. L’Aifvs Aps è una organizzazione che si pone l’obiettivo di fermare la strage stradale e dare giustizia ai superstiti, ma soprattutto di raggiungere – il prima possibile – Zero Vittime sulle Strade delle nostre città. Secondo i dati dell’AIFVS, ogni anno – in Italia – ci sono circa 2.000 morti e 20.000 feriti per colpa degli incidenti stradali. “Ritengo che il primo passo sia quello della responsabilizzazione delle persone alla guida, sempre di corsa e spesso distratte. Allo stesso tempo credo nell’importanza della sensibilizzazione ed educazione dei ragazzi che sempre più in “età giovane” si mettono alla guida dei mezzi. Bisogna ricordare che non basta “avere la patente” per essere un buon guidatore. In ultimo, un ringraziamento speciale voglio dedicarlo a tutti i familiari delle vittime della strada, presenti oggi in aula alla firma del protocollo”, conclude il sindaco.

Continua a leggere

Politica

S.M. di Licodia, Caruso e Gurgone replicano al vicesindaco Rizzo

Caruso e Gurgone su bilancio: «C’è una visione politica diversa. Noi abbiamo portato le nostre idee nel bilancio che non sono quelle dell’amministrazione»

Pubblicato

il

Finito il Carnevale, messe nel cassetto (forse) le polemiche su quale gruppo era maggiormente meritorio di vincere il primo premio, torna a riaccendersi il dibattito politico a Santa Maria di Licodia. A meno di una settimana dalle dichiarazioni del vicesindaco Mirella Rizzo in merito al bilancio comunale da lei definito “snaturato” (rileggi l’articolo), giungono le doppie repliche da parte del consigliere indipendente Enrico Caruso e dal capo dell’opposizione Gabriele Gurgone, appartenente quest’ultimo al gruppo “Ideale Comune”. I due consiglieri, hanno voluto chiarire e precisare che nel bilancio non c’è un disequilibrio. In merito alla questione “dipendenti comunali” e allo spettro della mancata copertura finanziaria dei loro stipendi, hanno rassicurato di “avere delle soluzioni sul tavolo tra cui l’approvazione del bilancio 2024-2026”.

Continua a leggere

Trending