Connect with us

Politica

S.M. di Licodia. Domani salta consiglio su bilancio ma si discute censura presidente Russo

L’appuntamento è fissato per le 18:30 all’interno della sala consiliare licodiese

Pubblicato

il

Diventano sempre più complesse ed articolate, a Santa Maria di Licodia, le dinamiche all’interno del consiglio comunale che ormai da mesi vede al suo interno una forte contrapposizione tra coloro che sono rimasti vicini al sindaco Giovanni Buttò e quanti hanno deciso di percorrere la strada dell’indipendenza. Quanti si aspettavano, infatti, di poter assistere all’interno dell’aula consiliare, nella giornata di domani, alla discussione ed approvazione del bilancio di previsione 2023-2025, rimarranno delusi. Così come paventato in un nostro articolo, a seguito della mancata approvazione del Documento Unico di Programmazione da parte del consiglio comunale nella seduta dell’11 novembre scorso per la presenza al suo interno di alcuni errori – rinviando la sua approvazione dopo le opportune correzioni al 27 dicembre – il presidente Russo si è visto costretto a dover revocare la convocazione inerente il bilancio prevista per domani, riconvocando la seduta per il prossimo 28 dicembre alle ore 17:30. Revoca, basata sul fatto che il Dup rappresenta un elemento essenziale e propedeutico all’approvazione dello strumento finanziario dell’Ente.

Ma non tutto è perduto. Nella giornata di domani un consiglio comunale sarà comunque celebrato a Santa Maria di Licodia a partire dalle 18:30. Ai punti dell’ordine del giorno, la trattazione della Mozione di Censura nei confronti del Presidente del Consiglio Maria Russo promossa da 5 consiglieri comunali (rileggi l’articolo), una interpellanza sulle modalità di rilascio dei permessi a costruire e le concessioni in sanatoria e la questione pregiudiziale e sospensiva. Attraverso questo ultimo atto, i consiglieri Spalletta, Ranno, Gurgone, La Delfa e Caruso chiedono di avanzare “pregiudiziale e sospensiva al fine di costituire le commissioni consiliari permanenti prima di qualsiasi discussione riguardante gli atti economici e finanziari dell’ente”.

Nella giornata di domani, saranno inoltre “recuperati” due punti all’ordine del giorno (quantità e qualità delle aree fabbricabili da destinarsi a residenza, ad attività produttive e terziarie per l’anno 2023 e l’interpellanza sull’evento “Terra Gourmet) che si sarebbero dovuti discutere nella serata di giovedì scorso la cui seduta è saltata per l’assenza sia del Segretario sia del vice segretario che avrebbero dovuto svolgere la funzione di verbalizzanti.

Associazionismo

Belpasso, Sindaco Caputo firma protocollo d’intesa con Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada

Pubblicato

il

“Abbiamo firmato questa mattina un Protocollo d’intesa tra Comune di Belpasso e l’Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada Aps (AIFVS Aps), rappresentata dal Consigliere nazionale AIFVS Aps Biagio Lisa, che ha come obiettivo comune lo sviluppo della prevenzione dell’incidentalità stradale”, dichiara il Sindaco di Belpasso Carlo Caputo. L’Aifvs Aps è una organizzazione che si pone l’obiettivo di fermare la strage stradale e dare giustizia ai superstiti, ma soprattutto di raggiungere – il prima possibile – Zero Vittime sulle Strade delle nostre città. Secondo i dati dell’AIFVS, ogni anno – in Italia – ci sono circa 2.000 morti e 20.000 feriti per colpa degli incidenti stradali. “Ritengo che il primo passo sia quello della responsabilizzazione delle persone alla guida, sempre di corsa e spesso distratte. Allo stesso tempo credo nell’importanza della sensibilizzazione ed educazione dei ragazzi che sempre più in “età giovane” si mettono alla guida dei mezzi. Bisogna ricordare che non basta “avere la patente” per essere un buon guidatore. In ultimo, un ringraziamento speciale voglio dedicarlo a tutti i familiari delle vittime della strada, presenti oggi in aula alla firma del protocollo”, conclude il sindaco.

Continua a leggere

Politica

S.M. di Licodia, Caruso e Gurgone replicano al vicesindaco Rizzo

Caruso e Gurgone su bilancio: «C’è una visione politica diversa. Noi abbiamo portato le nostre idee nel bilancio che non sono quelle dell’amministrazione»

Pubblicato

il

Finito il Carnevale, messe nel cassetto (forse) le polemiche su quale gruppo era maggiormente meritorio di vincere il primo premio, torna a riaccendersi il dibattito politico a Santa Maria di Licodia. A meno di una settimana dalle dichiarazioni del vicesindaco Mirella Rizzo in merito al bilancio comunale da lei definito “snaturato” (rileggi l’articolo), giungono le doppie repliche da parte del consigliere indipendente Enrico Caruso e dal capo dell’opposizione Gabriele Gurgone, appartenente quest’ultimo al gruppo “Ideale Comune”. I due consiglieri, hanno voluto chiarire e precisare che nel bilancio non c’è un disequilibrio. In merito alla questione “dipendenti comunali” e allo spettro della mancata copertura finanziaria dei loro stipendi, hanno rassicurato di “avere delle soluzioni sul tavolo tra cui l’approvazione del bilancio 2024-2026”.

Continua a leggere

Trending