Connect with us

Cronaca

Calcio Eccellenza, Paternò vittorioso in trasferta per 2 a 1 contro la Nebros

La doppietta di capitan Maimone consente ai rossazzurri di tallonare l’Enna, capolista del girone, distante solo un punto

Pubblicato

il

foto pagina ufficiale "Facebook" Paternò Calcio

Prosegue la marcia trionfale del Paterno che sul terreno di Gliaca di Piranino batte per 2 a 1 i padroni di casa della Nebros. Partita difficile per il Paternò soprattutto nel primo tempo grazie soprattutto al gioco mostrato dai padroni di casa capace di imbrigliare a tratti la manovra degli etnei. Con un secondo tempo perfetto e con capitan Maimone(autore di una doppietta) in grande giornata il Paternò porta a casa tre punti che consentono al rossazzurri di tallonare la capolista Enna che rimane al comando del girone B con 41 punti mentre il Paternò è secondo ad un punto (40 punti). E adesso si guarda al prossimo turno con gli etnei ancora in trasferta sul terreno della Leonfortese.

Cronaca. Parte forte il Paternò con Asero che appena entra in area di rigore cade a terra dopo un contrasto. Per l’arbitro è tutto regolare. Al 17’ Nebros vicino al vantaggio: retropassaggio azzardato di Valenca che mette in difficoltà Romano in disperata uscita, ne approfitta Assenzio che supera il portiere ospite e calcia a porta vuota ma la sfera finisce fuori di poco alla sinistra della porta difesa da Romano. Replica del Paternò che si fa vedere con una serie di calci d’angolo che mettono in difficoltà Inferriera, bravo in una circostanza a deviare un angolo velenoso battuto da Valenca. Non sono da meno i padroni di casa : Genovese su angolo impegna Romano che smanaccia la conclusione . Primo tempo sostanzialmente equilibrato.

Ma è nella ripresa che il match diventa interessante con il Paternò che appare più determinato. Al 10’ gli uomini di Raciti passano in vantaggio: punizione da oltre 25 metri calciata da Maimone con la sfera che si insacca all’incrocio dei pali alla destra di Inferriera. Tre minuti dopo Genovese si invola sulla sinistra tiro cross che finisce non lontano dal secondo palo. Il Paternò va vicino al raddoppio con Micoli che si invola centralmente e solo davanti al portiere spara addosso all’estremo difensore di casa che devia il tiro. Ed ancora rossazzurri pericolosi con Fratantonio la cui conclusione dal limite finisce fuori di poco. Al 31’ il Paternò  raddoppia ancora con Maimone, il quale lascia scoccare un tiro che si insacca alla sinistra di Inferriera Al 35’ Giannaula va vicino al terzo goal ma il portiere di casa para. In pieno recupero al 51’ Pontini è autore di una splendida rete con un girata al volo che trafigge Romano.

TABELLINO

Nebros 1

Paternò 2

 

Marcatori: St 10’ e 31’ Maimone, 51’ Pontini .

 

Nebros (4-3-3): Inferriera 6; Conti 5,5 (48’ st Brailly sv), Sciotto 6, Cassaro 6, Silipigni 6; Giaimo 5,5 (17’ st Di Vita 5,5), Ancione 6, Zingales 5,5 (29’ st Pontini 6); Traviglia 5,5(34’ st Hurtado sv), Assenzio 6, Genovese 6. A disp.: Benfatta, Mastrolembo, Vito, Petrullo. All.: Perdicucci 6

 

Paternò (3-5-2): Romano 6,5; Mollica 6, Intzidis 7, Godino 6,5; Panarello 6 (1’st Fratantonio 6,5), Greco 7( 23’ st Napoli 6,5),   Floro Valenca 6, Maimone  7,5, Asero 6,5 (48’ st Messina sv);  Micoli 6,5 (35’ st Giannaula sv), Belluso 6,5(23’ st Viglianisi 6,5). A disp: Coriolano, Virgillito, Lo Monaco.  All.: Raciti 7

 

Arbitro: Andrea Augello di Agrigento 6(Stringara- Garofalo di Palermo).

 

Note: Spettatori circa 300 Ammoniti: Godino, Panarello e Maimone per il Paternò, Giaimo, Treviglia e Cassaro per la Nebros. Angoli: 10-3 per il Paternò. Recuperi: PT1′, ST 6′.

 

 

Cronaca

Catania, cinque rapine ai danni di studenti universitari, denunciato un 29enne

Il giovane avrebbe avvicinato per strada gli studenti per poi rapinarli dello smartphone e dei soldi, in caso di resistenza i ragazzi sarebbero stati minacciati con un coltello a serramanico

Pubblicato

il

A Catania gli agenti del commissariato di ” Borgo Ognina” hanno denunciato un rapinatore seriale di 29 anni che, da qualche settimana, avrebbe  preso di mira diversi studenti universitari, frequentanti la Cittadella Universitaria di via Santa Sofia.  Con una scusa banale, il giovane avrebbe avvicinato per strada gli studenti per poi rapinarli dello smartphone e dei soldi.

 

In caso di resistenza i ragazzi sarebbero stati  minacciati pure con un coltello a serramanico.  Nella prima settimana di maggio si sono registrate  cinque rapine, tutte prontamente denunciate dalle vittime. Sono stati gli studenti e le studentesse a rivolgersi alla Polizia di Stato che ha avviato una indagine. I poliziotti sono riusciti a mettersi sulle tracce dell’autore. Nello specifico, gli studenti universitari hanno fornito elementi decisivi per risalire all’identità del rapinatore, fornendo dettagli precisi sulla fisionomia e sull’auto utilizzata. 

 

 In questo modo i poliziotti hanno individuato il 29enne che è stato successivamente riconosciuto dalle vittime.  Al termine delle attività di rito, il giovane, attualmente in arresto per fatti analoghi, è stato denunciato per rapina.

Continua a leggere

Cronaca

Adrano, morto un ciclista sulla SS284, probabilmente per un malore improvviso

Sul posto per soccorrere l’uomo personale medico del 118 il quale non ha potuto fare altro che appurare l’avvenuto decesso.

Pubblicato

il

Aveva 69 anni il ciclista di Adrano deceduto nella tarda mattinata di oggi, poco prima delle ore 12.30, sulla statale 284 (Paternò- Randazzo) nel tratto ricadente nel territorio di Adrano.

Il ciclista(non è chiaro se fosse con altri ciclo amatori oppure da solo) mentre percorreva la statale a bordo della bici, in direzione Adrano, avrebbe accusato un malore che lo avrebbe fatto cadere violentemente sull’asfalto. Sul posto per soccorrere l’uomo personale medico del 118 il quale non ha potuto fare altro che appurare l’avvenuto decesso.

Presenti anche agenti del locale commissariato. La  salma su disposizione del magistrato di turno è stata restituita ai familiari, mentre sulla statale il traffico ha subito notevoli rallentamenti.

Continua a leggere

Trending