Connect with us

Cronaca

Santa Maria di Licodia, assaltata all’alba di oggi stazione di servizio sulla Sp 4/II

Ad agire poco prima delle 5 del mattino un commando, composto da almeno 4 persone, che ha portato via il denaro del self-service

Pubblicato

il

Alba movimentata, quella di oggi, a Santa Maria di Licodia, lungo la strada provinciale 4/II (Santa Maria di Licodia- Belpasso), dove una banda composta da almeno 4 persone (non si esclude l’ipotesi che ad agire sia stata un gruppo di ladri composto da oltre 4 soggetti) ha assaltato la stazione di servizio che si trova lungo la provinciale, a poche centinaia di metri dall’ingresso della città. La banda, arrivata in loco con almeno due mezzi, è entrata in azione poco prima delle 4.45.

Dalle immagini del sistema di  video sorveglianza, presente nell’area perimetrale  del rifornimento, è possibile osservare la presenza di 4 individui, col volto travisato e con le mani coperte da guanti, che armeggiano un flex per tentare di scardinare la colonnina del self-service dei soldi del carburante. Non riuscendoci hanno fatto ricorso ad una delle due autovetture( una Fiat Multipla) con cui sono arrivati nel luogo da razziare.

I banditi hanno usato l’autovettura come un ariete, abbattendo una delle pompe di benzine, ma anche la colonnina self-service. I ladri hanno preso il bottino(ancora in corso di quantificazione) e sono scappati facendo perdere le proprie tracce. Immediato è scattato l’allarme. Sul posto una pattuglia dei carabinieri della compagnia di Paternò; al loro arrivo dei ladri si erano perse le tracce.

Tuttavia a seguito di un controllo nella zona i militari dell’Arma hanno rinvenuto la Multipla in una delle piazzale di sosta presenti sulla statale 284. Dal controllo è emerso che l’auto è stata rubata qualche ora prima del colpo a Santa Maria di Licodia. I carabinieri stanno conducendo le indagini a 360 gradi. La stazione di servizio ha subito, da una prima stima, danni  pari a oltre 30 mila euro. Al vaglio degli investigatori le immagini immortalate dal sistema di video sorveglianza.

 Meno di 15 giorni addietro un simile episodio si era registrato sulla Sp 56/I la Belpasso- Camporotondo.Il colpo era stato messo a segno ai  danni della stazione di servizio “Esso”.  Dalle immagini di video sorveglianza era stato possibile notare che ad agire sarebbero stati almeno tre soggetti col volto coperto, i quali,  utilizzando un furgone avevano distrutto e abbattuto due pompe di benzina, sradicando e portando via  la colonnina self-service con dentro i soldi. I carabinieri  sono a lavoro per accertare se tra i due fatti ci sia qualche collegamento.

Cronaca

Incendio auto a Paternò, la sosta selvaggia blocca i soccorsi

Paura tra i residenti. Impossibile far transitare l’autobotte dei Vigili del fuoco (guarda il video)

Pubblicato

il

Auto in fiamme questa notte in via Lombardo, traversa di via Fallica, a Paternò. Scattato l’allarme per richiedere gli interventi, l’autobotte dei Vigili del fuoco del distaccamento paternese non è riuscita a passare per le auto in sosta lungo l’asse viario.

Continua a leggere

Cronaca

Biancavilla, arrestato dalla polizia 22enne per detenzione di droga, arma e munizioni

Ad arrestarlo gli agenti del commissariato di Adrano, i quali da tempo avrebbero avuto il sospetto che potesse detenere dello stupefacente

Pubblicato

il

Detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente nonché di arma da fuoco clandestina e delle relative munizioni. Sono i reati contestati dagli agenti del commissariato di Adrano ad un uomo  di 22 anni di Biancavilla che è stato  arrestato dai poliziotti adraniti. Gli agenti da tempo avrebbero avuto il sospetto che l’uomo potesse detenere all’interno della propria abitazione della droga; cosi  i poliziotti hanno predisposto un mirato servizio di appostamento finalizzato ad accertare la fondatezza di tale sospetto.

Avuta la certezza  che il 22enne si trovasse all’interno della propria abitazione, i poliziotti hanno deciso di accedervi e di procedere alla perquisizione di tutti i locali di sua pertinenza. All’interno del garage, i poliziotti hanno rinvenuto diverse buste contenenti più di 600 involucri di marijuana. Le dosi erano pronte per essere immesse sulla piazza di spaccio di Biancavilla. Procedendo nella perquisizione, i poliziotti hanno trovato, occultato all’interno di una scatola, un fucile a doppia canna, calibro 16, con matricola abrasa; dentro la stessa scatola si trovavano anche 16 cartucce di cui due già inserite e pronte a essere esplose. La perquisizione ha portato inoltre al rinvenimento di 3 bilancini di precisione, solitamente utilizzati per pesare la quantità di sostanza stupefacente necessaria per il confezionamento delle singole dosi e materiale per il confezionamento della marijuana. Il biancavillese è stato arrestato e condotto nel carcere di Catania Piazza Lanza.

 

Continua a leggere

Trending