Connect with us

Cronaca

Biancavilla, i carabinieri ritrovano un miniarsenale e 1 kg di marijuana

A ritrovare il miniarsenale e la droga sono stati i militari dell’Arma della Compagnia di Paternò e della Stazione di Biancavilla

Pubblicato

il

Da sinistra: Salvatore e Fabrizio Distefano

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Paternò e della Stazione di Biancavilla, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato “Cacciatori di Sicilia”, hanno arrestato i fratelli biancavillesi Fabrizio Distefano, di 28 anni e Salvatore di 37, accusati di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, detenzione di armi e munizionamento clandestini e detenzione illegale di armi da guerra.

L’attività dei carabinieri è scattata a Biancavilla, nell’ambito di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti ed al consumo di droga tra i giovani. Per i fratelli Distefano prima una perquisizione nell’auto, scattata ad un posto di blocco e poi, una perquisizione domiciliare, nelle abitazioni dei due, in via Albania. Qui sono state ritrovate armi e droga, occultati nei posti più impensabili.

Nell’abitazione di Salvatore i carabinieri hanno, infatti, ritrovato 3 pistole a salve marca Bruni da 8 mm., già smontate ed in attesa di modifica, oltre a diverse attrezzature necessarie per la loro alterazione. Ritrovato anche diverso munizionamento: 50 munizioni calibro 7.65; 22 munizioni calibro 38; 3 cartucce “remington” calibro 12 a pallettoni; 2 proiettili 44 “magnum”; 1 una cartuccia calibro 30 luger “norma” con proiettile full metal jacket.

Il ritrovamento delle armi ha portato i carabinieri ad approfondire le ricerche, grazie alle quali è stata trovata una pistola Beretta calibro 7.65 con matricola abrasa, occultata all’interno del carter di una cyclette da camera. Trovata anche un’altra pistola a salve, analoga alle altre trovate, già modificata e pronta a sparare, nascosta all’interno di un sacco di cemento in polvere.

In casa di Fabrizio Distefano, è stato trovato e sequestrato un chilogrammo di marijuana, circa 5 grammi di hashish, un bilancino di precisione e materiale utilizzato per la vendita della droga al minuto, oltre alla somma di 1000 euro, ritenuta provento dello spaccio di stupefacenti.

Gli arrestati sono stati portati nel carcere catanese di Piazza Lanza.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Incendio auto a Paternò, la sosta selvaggia blocca i soccorsi

Paura tra i residenti. Impossibile far transitare l’autobotte dei Vigili del fuoco (guarda il video)

Pubblicato

il

Auto in fiamme questa notte in via Lombardo, traversa di via Fallica, a Paternò. Scattato l’allarme per richiedere gli interventi, l’autobotte dei Vigili del fuoco del distaccamento paternese non è riuscita a passare per le auto in sosta lungo l’asse viario.

Continua a leggere

Cronaca

Biancavilla, arrestato dalla polizia 22enne per detenzione di droga, arma e munizioni

Ad arrestarlo gli agenti del commissariato di Adrano, i quali da tempo avrebbero avuto il sospetto che potesse detenere dello stupefacente

Pubblicato

il

Detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente nonché di arma da fuoco clandestina e delle relative munizioni. Sono i reati contestati dagli agenti del commissariato di Adrano ad un uomo  di 22 anni di Biancavilla che è stato  arrestato dai poliziotti adraniti. Gli agenti da tempo avrebbero avuto il sospetto che l’uomo potesse detenere all’interno della propria abitazione della droga; cosi  i poliziotti hanno predisposto un mirato servizio di appostamento finalizzato ad accertare la fondatezza di tale sospetto.

Avuta la certezza  che il 22enne si trovasse all’interno della propria abitazione, i poliziotti hanno deciso di accedervi e di procedere alla perquisizione di tutti i locali di sua pertinenza. All’interno del garage, i poliziotti hanno rinvenuto diverse buste contenenti più di 600 involucri di marijuana. Le dosi erano pronte per essere immesse sulla piazza di spaccio di Biancavilla. Procedendo nella perquisizione, i poliziotti hanno trovato, occultato all’interno di una scatola, un fucile a doppia canna, calibro 16, con matricola abrasa; dentro la stessa scatola si trovavano anche 16 cartucce di cui due già inserite e pronte a essere esplose. La perquisizione ha portato inoltre al rinvenimento di 3 bilancini di precisione, solitamente utilizzati per pesare la quantità di sostanza stupefacente necessaria per il confezionamento delle singole dosi e materiale per il confezionamento della marijuana. Il biancavillese è stato arrestato e condotto nel carcere di Catania Piazza Lanza.

 

Continua a leggere

Trending