Connect with us

Associazionismo

A Belpasso rinnovate le cariche della Pro Loco, Tony Carciotto rieletto presidente

Stefania Stramondo e Melita Sapuppo, sono le due vicepresidenti. Al gruppo sono arrivati gli auguri di buon lavoro del sindaco, Daniele Motta.

Pubblicato

il

A Belpasso si è tenuta l’Assemblea elettiva per il rinnovo delle cariche sociali 2020-2024 della Pro Loco. Il  sindaco di Belpasso Daniele Motta e l’assessore al turismo Tony Di Mauro, congratulandosi con gli eletti, hanno rivolto al nuovo direttivo l’augurio di buon lavoro a servizio della città.

Confermato alla presidenza Tony Carciotto. Ad affiancarlo saranno le vice-presidenti Stefania Stramondo e Melita Sapuppo,  il tesoriere Lella Morabito e i consiglieri Lorena Stissi, Rosario Valenti e Alfio Nicolosi. Revisore dei conti sarà Roberto Bruno. Il nuovo direttivo ha anche approvato il bilancio di previsione per il 2020 e tracciato il solco delle attività per l’anno in corso.

«La Pro-Loco da sempre a Belpasso – ha detto il sindaco Motta- si è distinta per la spiccata divulgazione della cultura e tradizione del nostro paese.  Eventi come La Festa della Muntagna e la Sagra del Ficodindia, organizzati con il supporto della Pro-Loco costituiscono ormai simbolo di identità per Belpasso».

«La riconferma di Carciotto alla presidenza – ha aggiunto l’assessore Di Mauro – è testimonianza di un compito svolto con impronta di serietà, ma anche entusiasmo. Amministrazione e Pro-Loco continueranno a collaborare come sempre nello spirito della promozione del territorio».

L’associazione volta all’accoglienza turistica nel territorio tra il 2020 e il 2021 continuerà a promuovere mostre documentali, spettacoli e visite guidate in concomitanza dei 150 anni dalla nascita (1870) e i 100 anni dalla morte (1921) del commediografo belpassese Nino Martoglio.

Per il prossimo 6 Marzo, in occasione della 5° edizione di “M’Illumino di meno” è già in programma la passeggiata al buio alla scoperta dei di Belpasso e dei luoghi martogliani.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Associazionismo

Pedara, siglato protocollo legalità tra Misericordie ed istituti scolastici

La sigla del documento è avvenuta all’interno dell’immobile confiscato ed affidato a diversi organismi di terzo settore

Pubblicato

il

È stato siglato nella giornata di oggi 5 aprile 2024, all’interno dell’immobile di via Marconi a Pedara, confiscato alla criminalità organizzata e riassegnato al Comitato delle Misericordie di Catania, all’associazione Ultreya Pedara, alla Misericordia di Pedara e all’Oratorio Salesiano Aps, un importante “protocollo d’intesa per la promozione della legalità e la valorizzazione dei beni confiscati nel territorio di Pedara” che vede come protagonisti da un lato organismi del Terzo Settore dall’altro l’IPSSAT Chinnici di Nicolosi, e l’ICS Casella di Pedara. Diverse le attività previste all’interno del protocollo d’intesa che mirano alla sensibilizzare nei giovani di valori quali la cittadinanza attiva come diritto e dovere, la memoria quale monito per un impegno responsabile, la legalità come regola del vivere civile e democratico, la capacità critica quale elemento per contribuire a realizzare il progresso sociale e culturale che abbiano come cardine i principi della Costituzione e la promozione della legalità in tutte le sue forme.

«Abbiamo voluto suggellare un accordo di collaborazione tra le scuole del territorio e le associazioni impegnate nella riqualificazione e riutilizzo dei beni confiscati e riassegnati al Comitato Provinciale delle Misericordie, ad Ultreya Pedara, Misericordia Pedara e Oratorio Salesiano APS» ha spiegato Annalisa Schillaci presidente dell’associazione Ultreya Pedara, ente capofila nel progetto di riqualificazione dell’immobile confiscato alla criminalità organizzata. «Questo significa dimostrare fattivamente che gli immobili confiscati sono del territorio e devono essere restituiti al territorio. Grazie a questo accordo, gli studenti potranno  visitare la struttura per capire la storia che c’è dietro ad un immobile confiscato oppure gli istituti scolastici potranno fruire dell’immobile così da creare un prolungamento delle loro attività all’interno di un bene confiscato».

Durante l’incontro, oltre alle firme e agli impegni formali, si è tenuta una visita ai tre appartamenti in fase di ristrutturazione. Qui sono state illustrate le attività congiunte che potranno essere realizzate in futuro, segno tangibile di una volontà condivisa di ridare vita e significato a spazi che un tempo erano simbolo di illegalità e degrado. A sottolineare l’importanza di questo passo avanti nella lotta alla mafia, hanno presenziato all’evento il Presidente provinciale delle Misericordie di Catania Alfredo Distefano, il Sindaco di Pedara Alfio Cristaudo e il Comandante della locale stazione dei Carabinieri Luogotenente Giovanni Puglisi. Tra i presenti, anche Annamaria Spina che ha donato una cucina utile ad una maggiore funzionalizzazione dell’immobile e Giovanni Sgroi referente della legalità dell’Istituto “Rocco Chinnici” di Nicolosi. Un protocollo, quello firmato oggi, che sottolinea ancora una volta il forte legame tra istituzioni, società civile e forze dell’ordine nella battaglia per la legalità e la sicurezza del territorio.

Continua a leggere

Associazionismo

S.M. di Licodia, associazione “Licodisiadi” pensa ai più bisognosi

Donate 6 ceste pasquali alla locale Caritas

Pubblicato

il

L’associazione “Licodisiadi” di Santa Maria di Licodia non è solo sinonimo di sport, divertimento e riscoperta delle tradizioni, ma è anche solidarietà e integrazione. Per questa Santa Pasqua, infatti, nella giornata di ieri, gli appartenenti all’associazione hanno voluto donare diverse ceste pasquali alla locale Caritas, per il tramite del suo responsabile Salvo La Rosa da destinare ai più bisognosi del paese. Saranno 6 le famiglie benficiarie che verranno scelte dalla Parrocchia licodiese che potranno vivere una Pasqua più gioiosa e serena attraverso questo piccolo ma importante gesto di carità. “Approfittiamo di questo gesto di solidarietà per augurare a tutti una buona e santa Pasqua di amore e, soprattutto, di pace”, ha scritto sulla loro pagina Facebook l’associazione, a corredo della foto che immortala il momento della donazione.

Continua a leggere

Trending